New Oliver Wyman

Un progetto incentrato sul desk sharing

Un nuovo progetto, fatto di sensibilità progettuale e competenza tecnica, ha accompagnato Oliver Wyman, società americana di consulenza globale con più di 60 uffici in 27 Paesi, in nuovi spazi di lavoro, sempre in centro a Milano, da Piazza San Babila a via Broletto.

Progetto (en)Project

DEGW, Atmos

Cliente (en)Client

Oliver Wyman

Servizi DEGW (en)Services

Space planning, interior design

Luogo (en)Location

Milano

Area

1700 mq

Fine lavori (en)Completion Date

2019

La nuova sede si trova in un piccolo complesso edilizio formato da due edifici di epoche differenti, anni Sessanta e fine Ottocento, in via Broletto 16.

Gli uffici di via Broletto sono un ambiente di lavoro fluido, che massimizza il potenziale delle persone,consentendo la scelta tra una varietà di spazi chiusi e aperti, entrambi in grado di rispondere alle necessità di confidenzialità e privacy, così come a quelle di collaborazione e lavoro in team. Orbitano più di 125 persone sui due piani su cui si dispongono gli uffici (il secondo livello con la terrazza affacciata sulla corte-giardino e parte del terzo piano).

Il fulcro del progetto firmato DEGW è l’innovativo modello di lavoro scelto con e per Oliver Wyman: il desk sharing.

La condivisione incoraggia la collaborazione abbattendo le barriere. Inoltre, senza uno spazio di lavoro dedicato ai singoli, i dipendenti hanno la libertà di muoversi, promuovendo nuove relazioni e la cultura del lavoro di squadra. Grande attenzione, quindi, è riservata all’iniziativa personale che viene valorizzata e incentivata grazie a un processo di people management costante, volto alla motivazione di ogni singola risorsa umana.

Per questo i nuovi uffici Oliver Wyman dispongono di un ampio menu di aree collaborative e aree lavoro,integrate con il verde per favorire il benessere e il comfort di chi vi lavora,e di 11 sale riunioni diversificate per dimensione e modalità di utilizzo a seconda delle tipologie.

La più grande, l’auditorium, è scomponibile in 3 diverse sale riunioni: 1 Large & 2 Medium meeting room, divise tra loro con pareti impacchettabili. L’ampio spazio ospita il towhall settimanale dei dipendenti, congressi,corsi di formazione ed eventi.

Alcune sale riunioni più tradizionali sono definite Formal Meeting Room, altre, le Informal Meeting Room, sono uno spazio chiuso informale, caratterizzato da un arredo morbidoe provvisto di vernice scrivibile a parete.

La Standing Meeting Room è una stanza chiusa dotata di tavolo alto e 6 sgabelli, con schienale e poggiapiedi regolabile in altezza, dove svolgereveloci riunioni informali in uno spazio riservato.  

Altri spazi di lavoro sono il Collaboration Table, tavolo di supporto posizionato vicino alle scrivanie separate da screen verdi, pensate per uno scambio sinergico di idee in uno spazio condiviso; la Library, stanza chiusa dotata di un tavolo grande per il lavoro individuale e implementata da pannelli fonoassorbenti, dedicata al silenzio e alla concentrazione; la Team area, spazio dedicato al lavoro collaborativo, dove, grazie a un tavolo centrale composto da forme esagonali, è possibile scambiare facilmente le informazioni; la sala è composta inoltre da tavoli riunione in nicchia per garantire un buon livello di privacy, i One-to-One e una panca TouchDown di appoggio per il lavoro individuale.

La grande cucina al secondo piano con dotazioni domestiche in contatto con l’ampia terrazza permette la discussione di idee e riunioni informali con i colleghi.

(en)

Oliver Wyman’s new offices are located in a small building complex composed of two constructions from different periods (the 1960s and late-1980s) at no.16, Via Broletto.

The offices in Via Broletto form one smoothly flowing workplace designed to bring out people’sfull potential and offering a choice between a combination of enclosed and open spaces, both capable of providing the necessary confidentiality and privacy and possibility of cooperating and working as a team. Over 125 people work on the two floors of offices (the second floor with a terrace overlooking the courtyard-garden and part of the third floor).

The focus of the project is an innovative work model chosen with and for Oliver Wyman: desk sharing. One of the strengths of desk sharing is the greater flexibility staff and fellow workers enjoy in choosing exactly where to work. With this in mind, desks are not assigned to just one person, nor are they cluttered with papersand personal items. There are various types of desks, so staff can choose theideal solution for their requirements on any given day: they can work onstandard rectangular desks or round tables with high or low tops.

Sharing encourages cooperation and breaks down barriers. Moreover, since no workspace is assigned to any one person, staff are free to move around, thereby encouraging new relations and teamwork. This means great attention is focused on personal initiative, which is enhanced and encouraged through an ongoing people management process aimed at motivating every single member of staff.

That is why the new Oliver Wyman offices have an extensive range of sharing/working areas incorporating greenery to enhance the well-being and comfort of people workingthere, along with 11 meeting rooms of different sizes and catering fordifferent work methods.

The fully-domoticworkplace is focused around comfort, as epitomised by the new ceiling materialsand an innovative diamond-patterned carpet customised in the company’s coloursand logos.

Staff well-beingis guaranteed by special attention to acoustics by the Atmos team,Lombardini22’s business unit dedicated to business physics. After studying the existing situation, acoustic ceiling panels and high-performance double-glazed(12 cm thick) walls were installed. The wooden ceiling panels in the kitchen are made from innovative black-coloured Celenit acoustic panelling. These sound insulation panels are made of mineral fibres of fir bound together using Portland cement.